BraDypUS Books banner

1. Nadir (Network Archeologico di Ricerca)

Antonio Gottarelli

Nadir è la struttura logistica del Centro di Ricerca per le Tecnologie Multimediali Applicate all'Archeologia (Te.m.p.l.a.), del Dipartimento di Archeologia dell'Università di Bologna. È una idea di "rete di lavoro" il cui fine è l'organizzazione complessiva dei processi operativi della ricerca, basati sull'integrazione tra l'infrastruttura della rete telematica e l'infrastruttura delle sedi fisiche e delle aree funzionali entro cui la ricerca stessa ha luogo.
Si occupa della standardizzazione dei sistemi tecnologici di elaborazione, archiviazione ed edizione dei dati, dell'amministrazione della rete informatica, dell'arredo, della segnaletica, dell'organizzazione delle aree di lavoro all'interno delle diverse sedi, della logistica e del coordinamento delle reciproche funzioni informative.

Il NetWork è strutturato in nodi, che si identificano con le sue sedi o centri di attività, distinti per Istituzione di appartenenza e luogo (es. sede di Acquaviva sigla del nodo ArAc, dove Ar=Archeologia e Ac=Acquaviva). A loro volta i nodi sono suddivisi in aree funzionali, che si diversificano, come vedi qui sotto, per tipo di attività e per relativo privilegio di accesso:

Aree Consultazione (es. ArAcCo), di colore verde, il cui accesso è consentito a tutti i frequentatori
Aree Consultazione (es. ArAcCo), di colore verde, il cui accesso è consentito a tutti i frequentatori
Aree Archiviazione (es. ArAcAr), di colore giallo, il cui accesso è consentito ai soli collaboratori di ricerca assistiti da tutor
Aree Archiviazione (es. ArAcAr), di colore giallo, il cui accesso è consentito ai soli collaboratori di ricerca assistiti da tutor
Aree Ricerca (es. ArAcRi), di colore arancio, il cui accesso è consentito ai soli responsabili di ricerca
Aree Ricerca (es. ArAcRi), di colore arancio, il cui accesso è consentito ai soli responsabili di ricerca
Aree Server (es. ArAcSe), di colore rosso, il cui accesso è consentito ai soli amministratori del NetWork.
Aree Server (es. ArAcSe), di colore rosso, il cui accesso è consentito ai soli amministratori del NetWork.

Le aree funzionali sono poi suddivise in isole operative, contenenti sigle più il numero IP (Internet Protocol) del singolo computer (es. ArAcCo234).

I cartelli che vedi nelle diverse sale contengono le indicazioni che ti permettono di identificare, per sigla e colore, il nodo, l'area funzionale e il relativo privilegio di accesso di ogni settore.

Questo contenuto fa parte del volume:
Groma 1. Archeologia tra Piceno, Dalmazia ed Epiro

Compra / Scarica