Collana OttocentoDuemila, Italia-Europa-Mondo, 4

Il Sessantotto lungo la via Emilia Il movimento studentesco in Emilia Romagna (1967-1969)
William Gambetta, Alberto Molinari, Federico Morgagni

(BraDypUS Communicating Cultural Heritage, Roma 2018)

Tra il 1967 e il 1969 l’onda conflittuale del Sessantotto attraversa tutte le principali città dell’Emilia e della Romagna. Come nel resto del paese, e ben oltre i suoi confini, anche qui alcune realtà svolgono un ruolo propulsivo ma nessuna è in grado di sintetizzare il movimento nel suo insieme. Le agitazioni studentesche che si diffondono dalle università alle scuole superiori avanzano istanze, elaborazioni teoriche e forme di lotta comuni ma si configurano come un fenomeno policentrico, con percorsi e intensità differenti a seconda dei territori.

Una delle principali peculiarità del contesto regionale è il complesso rapporto tra la protesta studentesca e il sistema di mediazione politica egemonizzato dalla sinistra storica, e dal Partito comunista in particolare. Una relazione che emerge sia nei caratteri specifici delle lotte studentesche interne a università e scuole che in quelle esterne ad esse, quando giovani e giovanissimi invadono gli spazi delle città, dando vita a mobilitazioni internazionaliste e antifasciste, a proteste contro la repressione, la stampa filogovernativa e le “prime” teatrali, legandosi anche alle lotte operaie. Quella inedita e incontenibile radicalità, disorienta tutte le forze politiche tradizionali ma soprattutto il Pci che – pur disposto a sostenerne le ragioni, credendo di poterne capitalizzare la forza – si trova spiazzato rispetto a una protesta che mette
in discussione il suo tradizionale monopolio dell’opposizione sociale.

William Gambetta dottore di ricerca in Storia presso l’Università di Parma e in Scienze umane presso l’Università di Modena e Reggio Emilia, è ricercatore del Centro studi movimenti di Parma. Tra le sue pubblicazioni Democrazia proletaria. La nuova sinistra tra piazze e palazzi (Punto rosso, 2010) e I muri del lungo ’68. Manifesti e comunicazione politica in Italia (DeriveApprodi, 2014).

Alberto Molinari ricercatore dell’Istituto storico di Modena, fa parte del Laboratorio di storia delle migrazioni dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Tra i suoi lavori più recenti Storie di sport e politica. Una stagione di conflitti 1968-1978 (con Gioacchino Toni, Mimesis, 2018) e la curatela del volume Modena e la stagione dei movimenti. Politica, lotta e militanza negli anni Settanta (Editrice Socialmente, 2018).

Federico Morgagni laureando in Scienze storiche presso la facoltà di Lettere e Beni culturali dell’Università di Bologna, è collaboratore dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Forlì-Cesena, per il quale svolge attività di ricerca.


Indice

  • Prefazione, Massimo Mezzetti
  • Introduzione
  • La rivolta degli studenti, Alberto Molinari
    • 1. Tra globale e locale: un ’68 policentrico
    • 2. Le dinamiche della protesta
      • 2.1. La contestazione nelle università
      • 2.2. Il lungo Sessantotto degli studenti medi
    • 3. Profili politici
      • 3.1. La formazione della leadership e le “anime” del movimento
      • 3.2. Un nuovo soggetto politico
      • 3.3. La radicalizzazione delle avanguardie studentesche
      • 3.4. Percorsi di politicizzazione e contaminazioni culturali
      • 3.5. La Fgci e la “nuova sinistra”
  • Fuori dalle aule, William Gambetta
    • 1. Gli studenti e la città
    • 2. Di fronte alla repressione
    • 3. Contro la “stampa padronale”
    • 4. Molti Vietnam
    • 5. Contestare lo status quo
    • 6. Serate di gala
    • 7. Nuovi antifascisti
    • 8. Uniti nella lotta
  • La regione rossa alla prova della contestazione, Federico Morgagni
    • 1. Contesti
    • 2. Movimento e Partito, Partito e Movimento
      • 2.1. Un alleato tattico?
      • 2.2. Riforme di struttura come antidoto all’estremismo
    • 3. Il mondo socialista, le forze di governo e il movimento
  • Immagini del ’68
  • Cronologia
  • Indice dei nomi

Si prega di indicare sempre al momento dell'acquisto il codice fiscale (e la partita IVA se disponibile) per la corretta compilazione della fattura di vendita.

La spedizione dei volumi in tutta Italia viene effettuata con modalità piego di libro raccomandato. A tutti i pagamenti di volumi cartacei verrà pertanto addebitata la spesa supplementare di 4,63 euro e al momento della spedizione al cliente verrà inviata per email il codice di tracciamento.

È comunque possibile usufruire della spedizione gratuita di piego di libro semplice, ma l'Editore non si assume nessuna responsabilità per l'eventuale mancata consegna.

Per informazioni sui costi delle spedizioni fuori Italia siete pregati di contattarci all'indirizzo email info@bradypus.net.

Compra/Scarica | Buy/Download
Scopri gli sconti su tutte le vendite dei libri cartacei!